Professional

Arlan Cardoso: “I miei progetti mi portano persino nella jungla”

Per raggiungere Arian Cardoso, dovrete avere un po’ di pazienza. “Mi capita spesso di trascorrere settimane intere nella jungla”, dice questo consulente senior di Porsche Consulting che opera in Brasile. Belo Monte, la terza centrale elettrica più grande del mondo, è attualmente in costruzione sul Rio Xingu, un affluente del Rio delle Amazzoni. A regime dovrebbe fornire corrente a 50 milioni di persone, e soddisfare l’11% del fabbisogno totale del paese. “È gigantesca”, dice Cardoso, un ingegnere specializzato nella costruzione di centrali elettriche. Cardoso e il suo team erano già presenti nelle fasi di pianificazione per dimostrare come quella centrale da 15 miliardi di dollari si potesse costruire più efficientemente. Oggi che la costruzione è in corso, sincronizzano i processi, coordinando le attività, i materiali e il trasporto. Non è un compito agevole, se si pensa che in questo enorme cantiere lavorano 27.000 operai.

Cardoso ha lavorato in Canada, in Italia, in Cina e nel suo paese natale, il Brasile. Solo l’anno scorso ha supervisionato otto progetti per clienti di cinque settori, dall’energia eolica all’industria automobilistica. “Amo questo progetto, e sono orgoglioso del nostro coinvolgimento”. Questa passione gli fa accettare di buon grado i piccoli inconvenienti del suo incarico in Amazzonia: piogge ininterrotte d’inverno, caldo opprimente d’estate, Internet e telefoni che funzionano quando vogliono. In cambio ha il piacere di vedersi bloccare la strada dai coccodrilli. Per difendersi dai serpenti nel sottobosco indossa sempre protezioni per le gambe. Non avrebbe mai pensato che potessero far parte dell’armamentario di un consulente. Ma non scambierebbe mai la sua attività con un tranquillo lavoro d’ufficio.